mercoledì 29 marzo 2017

Recensione "A court of Mist and Fury" di Sarah J. Maas

Buona sera bookspediani!
Oggi vi parlo di uno dei miei libri preferiti di sempre!



Titolo: A court of Mist and Fury
Autore: Sarah J. Maas
Editore: Bloomsbury 
Genere: Fantasy
Data di uscita: 3 Maggio 2016


 IL MIO VOTO





Feyre è sopravvissuta alle grinfie di Amarantha per ritornare alla Corte d'Estate, ma lo ha fatto con un grande costo. Anche se ora ha i poteri di una High Fae, il suo cuore resta umano, e non riesce a dimenticare le terribili azioni che ha compiuto per salvare la gente di Tamlin. 

Feyre non ha neanche dimenticato il suo patto con Rhysand, il Signore della temuta Corte della Notte. Mentre Feyre naviga nelle oscure acque della politica, passione, e poteri impressionanti un male oscuro si avvicina – e lei potrebbe essere la chiave per fermarlo. Ma solo se riuscirà a controllare i suoi poteri, guarire la sua anima spezzata, e decidere come vorrà modellare il suo futuro – e il futuro di un mondo diviso in due.





Non so bene come parlarvi di questo libro, mi ha trasmesso così tante emozioni che ancora qualche settimana dopo averlo terminato a pensarci mi sconvolge.

"Ci sono giorni buoni e giorni difficili.
Non lasciare vincere quelli difficili"

A court of Mist and Fury riprende esattamente dove si era concluso il primo: con Feyre e Tamlin alla corte della Primavera, nella loro casa.
403 Forbidden
Tamlin è finalmente libero dall'incantesimo di Amarantha e possiede i suoi pieni poteri ed è spesso assente per proteggere e ristabilire la sua corte.
Feyre invece è completamente cambiata. 
Feyre è morta per salvare Tamlin e tutta la sua gente, è morta per liberare tutti gli High Lord dal potere di Amarantha e ne ha pagato caro il prezzo.
Ora è tornata in vita grazie all'unione di tutti i Lord ma non è più la ragazza che era prima, stenta a riconoscersi e ha continui incubi su quello che è successo e sulle due vite che ha tolto per salvare gli altri.
Feyre è prigioniera dentro se stessa, sta annegando ma nessuno se ne rende conto, nessuno tende una mano per aiutarla e l'unica cosa che Tamlin fa è lasciarle i preparativi per il loro matrimonio.
Non si accorge della sua sofferenza, sicuramente anche lui ne è vittima, è troppo concentrato sul suo ritrovato potere e troppo concentrato su come proteggerla.
Ora Feyre ha un pò di potere di tutti i High Lord delle corti e nonostante la ragazza insista per imparare ad usarli, per rendersi utile e combattere, il nostro Tamlin la tiene chiusa in una campana di vetro, relegandola spesso in casa e peggiorando ancora di più la crescente depressione di Feyre.
Fortunamente il suo grido d'aiuto non passa inosservato da Rhysand, che al momento giusto viene a reclamarla rivendicando il patto che hanno stretto Under the Mountain che le farà passare una settimana al mese nella Corte della Notte.
Inizialmente Feyre non sa cosa aspettarsi da questa settimana, ben consapevole della reputazione di Rhys, crede di essere sua prigioniera piuttosto che una ospite.
E qui vediamo una piccola sfaccettatura della vera faccia di Rhysand: la prima cosa che dice a Feyre è che è completamente libera di fare ciò che vuole, non ha nessun obbligo.
E vediamo che ogni settimana che passa nella Corte della Notte accanto a Rhysand per Feyre è una vera e propria boccata d'aria fresca!
Tuttavia il poco tempo passato nella Corte della Notte non contrata le tre settimane passate con Tamlin, che non fanno che acutizzare il malessere di Feyre e quando l'uomo che dovrebbe amarla e sostenerla arriva a tarparle le ali, Rhysand prende in mano la situazione e la fa restare con lui.

"Lui pensa che verrà ricordato come il cattivo della storia. Ma mi sono dimenticata di dirgli che di solito il cattivo è chi rinchiude la damigella e getta via la chiave, lui è quello che mi ha liberato"

Abbiamo finalmente il piacere di conoscere il vero Rhysand.
taratjahRhys è passato per tutto il primo libro come l'essere più spregievole della Terra, come l'amichetto di Amarantha e come quello a cui non fregava di niente e nessuno. 
In verità Rhysand per tutto questo tempo ha combattuto per la sua gente, li ha protetti anche a costo di passare per cattivo e di inchinarsi al volere di Amarantha.
Se in A Court of Thorn and Roses non volevamo avere nulla a che fare con questo personaggio, a poco a poco che si rivela cadiamo sempre più nel suo incantesimo e ne rimaniamo stregate.
Rhysand è una persona eccezionale. E' l'unico che è intervenuto quando Feyre aveva bisogno d'aiuto, l'unico che non le ha mai imposto nulla e che l'ha sempre trattata da pari, come meritava. Mai come una bambolina che temeva si potesse rompere, mai come un premio.
Semplicemente l'ha trattata da essere umano. E' diventanto il suo confidente e suo amico e quando Feyre è andata in mille pezzi nella Corte della Primavera, è stato lui a raccoglierli ed a incollarli di nuovo.
Ecco allora che Sarah J. Maas ci fa vedere la differenza tra l'amore di Tamlin e l'amore di Rhysand.
Tamlin nel primo libro era una bestia, aveva i suoi modi burberi ma tuttavia provava ad avvicinarsi a Feyre e tutti abbiamo tifato per la loro storia d'amore. 
Under the Mountain ha profondamente cambiato anche lui, solo che anzichè condivider il fardello con Feyre si è isolato da lei e peggio ancora: ha isolato e ignorato Feyre.
Per lui la ragazza era questo essere prezioso che andava protetto, non la trattava da sua pari ma come un qualcosa che andava nascosto agli altri perchè era suo.
E Feyre è una persona, non una proprietà. Non appartiene a nessuno tranne che a se stessa.
Ed è proprio questa la differenza con Rhysand, lui la tratta da pari e le lascia fare le sue scelte: giuste o sbagliate che siano.
E Feyre è tremendamente sconvolta da questa parte di Rhysand e anche lei capisce che forse ha sbagliato a contare così tanto sull'unica persona che le ha dimostrato un pò di affetto, perchè lei merita molto, molto di più.

"Alle persone che guardano le stelle ed esprimono desideri."
"Alle stelle che ascoltano e ai sogni che vengono esauditi"

Ma ACOMAF non è ha solo per protagonisti Feyre e Rhys, conosciamo anche dei nuovi personaggi che ci introdotti  ossia la cerchia della Corte della Notte, nonchè migliori amici di Rhys. Parlo di Morrigan, Azriel, Cassian e Amren.
Sarah J. Maas ha curato i dettagli di tutti i personaggi, svelandoci il loro passato e tutto ciò che hanno dovuto affrontare nella loro vita per arrivare fino a dove sono ora.
Come hanno dovuto lottare e nulla gli sia mai stato dovuto.
"Though my soul may set in darkness, it will rise in perfect light; I have loved the stars too fondly to be fearful of the night." A little doodle for one the most beautiful lines from any poem, Th...:
E' stato fantastico leggere le loro interazioni con Feyre e la facilità con cui l'hanno accettata senza troppe domande. E anche qui notiamo la differenza tra le due Corti. 
Nella Corte della Primavera nessuno avvicinava Feyre, da una parte perchè avevano paura di lei e dall'altra perchè non sapevano come comportarsi con una ex umana.
Alla Corte della Notte non interessa a nessuno chi è e che cosa ha fatto, è semplicemente Feyre. Una ragazza che ha bisogno di credere di nuovo in se stessa e di essere accettata ma non dagli altri, da se stessa.
Perchè Feyra ancora non riesce ad accettarsi e sarà solo grazie a Rhysand e la sua cerchia che riuscirà a farlo.


"Non ero più una preda, non ero più un topo in gabbia.
Ero un lupo"

Sarah J. Maas è stata bravissima a sottolineare la differenza tra un amore sano e uno malato e per me merita di esserle riconosciuto questo merito.
A Court of Mist and Fury è si un libro di fantasia, ma certe parti sono molto realistiche e terribilmente vere.
A Court of Mist and Fury inspired fanart by Charlie Bowater.   Seriously amazing: E' difficile spiegarvi cosa succede in dettaglio perchè succedono talmente tante cose e non voglio assolutamente anticiparvi nulla, posso solo dirvi che ne succedono di tutti i colori e che si è talmente incuriositi dalla storia e dalla bravura di Sarah J. Maas che le 624 pagine del libro volano via in un attimo e si arriva a un finale sconvolgente che chiede a gran voce A Court of Wings and Ruin.
Io posso solo dirvi che spero davvero che un giorno il libro arrivi in Italia perchè è una meraviglia che merita di essere letta da tutti, nel frattempo chi legge in lingua e ancora non ha letto il libro vi consiglio assolutamente di farlo, non ve ne pentirete.
Ormai il 2 maggio è vicino e io ho già ACOWAR in preorder!



spero di avervi convinto!


Sara

6 commenti:

  1. Wow! Semplicemente fantastica. Spero anche io che arrivi in italia con questa copertina, però. Brava, Sara, bella recensione.

    RispondiElimina
  2. Ero già piuttosto orientata verso questa saga, non mi ero mai soffermata a leggere davvero delle opinioni e andavo molto a naso... Con questa recensione sicuramente mi hai convinto, e mannaggia mannaggia li ho già come acquisti in aprile!
    Sara il mio portafoglio ti odia!

    RispondiElimina