martedì 31 maggio 2016

Recensione: "Gli effetti speciali dell'amore" di Angela Iezzi

Salve a tutti cari readers e buon pomeriggio. ♥
Oggi sono qui a parlarvi di una piacevole lettura appena conclusa e tutta made in Italy ♥
Ringrazio ancora la Newton per avermi dato la possibilità di leggere questo romanzo. ♥




Titolo: Gli effetti speciali dell'amore
Autore: Angela Iezzi
Editore: Newton Compton
Genere: Romance

IL MIO VOTO





Ashley Morgan ha ventiquattro anni, una grande passione per i libri e una laurea in economia, che ha conseguito al solo scopo di compiacere il padre, proprietario di una famosa azienda dolciaria, di cui è certa di prendere il posto. E invece, del tutto inaspettatamente, il padre decide di affidare la guida della società a Jaime Standley, che lavora al suo fianco da molti anni e ne è diventato il braccio destro. Di fronte a quel gesto Ashley chiude i rapporti con lui. Passano gli anni, durante i quali padre e figlia perdono quasi ogni contatto, fino a quando il signor Morgan muore, lasciandole una cospicua eredità. Alla lettura del testamento un’altra sorpresa attende Ashley: a lei andranno il conto in banca, la casa di famiglia e una quota di minoranza della società, a Jaime la maggioranza delle azioni e il compito di gestire e amministrare la Morgan&Hall. Ma solo a una condizione: che per un anno i due beneficiari lavorino insieme e risiedano sotto lo stesso tetto. Ashley si sente ingannata e truffata: Jaime è un impostore e lei gliela farà pagare. Ma la convivenza forzata qualche volta può rivelarsi assolutamente imprevedibile…





" Ammettere di essere innamorata di lui mi renderebbe praticamente impossibile aggrapparmi all'idea che lo odio."

Ashley Morgan ha un solo e unico sogno nella vita: far felice il padre e proprio per questo si dedica a studiare economia pur di avere tutte le carte in regola per subentrare nell'azienda dolciaria di famiglia.
Quando Ashley si presenta all'annunciazione del testamento di suo padre, il mondo le crolla sotto i piedi: tutti i suoi sforzi sembrano vani perchè il padre ha prontamente deciso di lasciare l'attività in mano a Jaime Standley, il suo collaboratore più fidato, nonchè suo braccio destro da anni.
Da qui la vita di Ashley cambia: si trasferisce, trova un nuovo lavoro e tronca ogni contatto con suo padre che l'ha prontamente tradita.

La vera storia però, inizia quando il padre di Ashley muore e lei viene chiamata dal notaio per la suddivisione dei beni del testamento.
Proprio così Ashley verrà a conoscenza delle decisioni del padre, che la vincolano ad un anno di convivenza con il suo peggior nemico, prima di poter riscuotere la sua parte di eredità; se i patti non verranno rispettati l'intera eredità verrà devoluta in beneficenza.
Ovviamente la protagonista non prenderà molto bene la cosa e proprio così inizierà il suo enorme odio nei confronti di Jamie.
Ciò a cui non ero assolutamente preparata è sicuramente il carattere della protagonista: volubile, irascibile e molto spesso egoista... non è certamente entrata a far parte della mia lista di protagoniste femminili preferite.
In alcuni momenti, ho avuto la sensazione che ad Ashley importasse più del denaro, che della morte del padre.
Tuttavia, se per gran parte del romanzo non ho sopportato il caratterino di Ashley, in un momento della narrazione, ho compreso appieno tutto il suo scontento e il suo stato di infelicità.
Durante la convivenza la storia sarà un susseguirsi di sali e scendi fino a che il profondo odio nutrito da Ashley muterà radicalmente.

" Forse è stata solo la paura di essere vulnerabile o forse è stato il terrore di legarmi proprio a lui, all ’uomo che mi sono imposta di odiare per il resto della mia vita.”

Capiamo subito che l'odio nutrito da Ashley è a senso unico, perché Jamie è un vero e proprio tenerone pronto a tutto per conquistare Ashley.
Onestamente, trovo che il personaggio di Jaime avrebbe potuto essere un pochino più sviluppato; tuttavia ho comunque apprezzato più il protagonista maschile di quello femminile.
Lo stile dell'autrice è fluido e il romanzo si legge bene ma ho trovato davvero moltissime similitudini con "Non mi piaci ma ti amo" di Cecile Bertod e forse proprio per questo non ho apprezzato appieno questo romanzo.
Un altro tallone d'Achille è sicuramente la spiegazione finale, quando l'autrice ci spiega perché il padre ha scelto proprio Jaime al posto suo; avrei preferito una spiegazione più approfondita e sviluppata.
In conclusione, devo dire che, questo romanzo ha sicuramente potenzialità e che è un ottimo trampolino di lancio per l'autrice, che ha tutte le carte in regola per diventare un'autrice con la A maiuscola.




E voi cosa ne pensate?
Lo leggerete?


Nicole..♥


7 commenti:

  1. A me è piaciuto molto, però non ho mai letto "Non mi piaci ma ti amo", quindi sarà anche per quello. Unico difetto a mio parere è Ashley xD l'ho odiata profondamente!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora siamo d'accordo praticamente su tutto :D

      Elimina
  2. A me è piaciuto ma giuro che Ashley l'avrei strozzata! Jaime l'avrei fatto Santo subito :)

    RispondiElimina
  3. Ho letto questo libro ma devo dire che non mi ha colpito molto. La storia é carina ma non ha niente di innovativo

    RispondiElimina
  4. Di questo libro inizialmente mi aveva colpito la copertina e il titolo, però leggendo la recensione non so se lo comprerei per leggerlo. In questo periodo avrei bisogno di letture più coinvolgenti.

    RispondiElimina
  5. Prima o poi lo devo leggere, mi ispira! :3

    RispondiElimina