giovedì 11 gennaio 2018

#Review Party: "Il gioco bugiardo" di Ruth Ware



Cari bookspediani oggi torna in libreria Ruth Ware con il suo nuovo libro, Il gioco bugiardo, e per questa occasione ve ne parlo in anteprima insieme ad altre blogger!



Il gioco bugiardo di [Ware, Ruth]

TitoloIl gioco bugiardo
Autore: Ruth Ware
Editore: Corbaccio
Genere: Mystery
Data di uscita: 11 Gennaio 2017



Il messaggio arriva in piena notte. Solo quattro parole: «Ho bisogno di te». Isa prende con sé la figlia e si precipita a Salten, dove aveva trascorso gli anni del liceo che ancora proiettano le loro ombre su di lei. A scuola Isa e le sue tre migliori amiche giocavano al gioco delle bugie: vinceva chi di loro avesse inventato la storia più assurda rendendola credibile agli occhi degli altri. Ora, dopo diciassette anni, un cadavere è stato ritrovato sulla spiaggia, facendo emergere un segreto terribile. Un segreto che costringe Isa a confrontarsi con il proprio passato e con le tre donne che non ha più visto ma che non ha mai dimenticato. Non è un incontro sereno: Salten non è un posto sicuro per loro, non dopo quello che hanno fatto. È ora che le quattro amiche affrontino la verità.


IL MIO VOTO







Best friend picturesIsa, Kate, Thea e Fatima sono quattro ragazze che si incontrano e diventano amiche tra le mura del collegio di Salten.
Per Isa è il primo anno in collegio, infatti dopo la morte della madre suo padre ha ritenuto opportuno iscriverla in una scuola che si potesse occupare di lei, quando lui non riusciva.
Anche per Fatima la scuola è una novità, non lo è invece per Kate e Thea che già si conoscono.
Basta poco alle ragazze fare amicizia e in un attimo Isa e Fatima si ritrovano coinvolte nel gioco delle bugie inventato da Kate.
Le regole sono molto semplici: inventare una bugia e farla credere agli altri, più punti si ottengono e più bravi si è al gioco.
Ma quello che era iniziato come uno scherzo, un bizzarro passatempo, presto diventa qualcosa di più grande per quattro ragazzine di soli sedici anni.
Diventa un segreto inconfessabile che unisce nel profondo le amiche ma che allo stesso tempo le allontana terribilmente.


photographer unknown..Chiara Anna..Mi specchio nel buio della notte..affondo lentamente ..in questo silenzio..facendo posto nel  mio cuore.per rcevere la gioia di un sognol
Quello che è successo è un promemoria costante nella mente delle ragazze, che tuttavia vanno avanti con le loro vite.
Isa ora ha poco più di trent'anni, ha una figlia di nome Freya avuta dal compagno Owen e ha intrapreso la carriera di avvocato.
Fatima dalla sua esperienza in collegio si è riavvicinata alla sua religione, ora è un medico, è sposata e ha due bellissimi bambini.
Sono Thea e Kate a passarsela peggio.
Thea infatti non è mai riuscita a liberarsi dell'alcol e Kate è l'unica che non si è mai allontanta da Salten, a differenza delle altre che non ci mettono piede da più di quindici anni.
Eppure basta poco per convincere le ragazze a tornare.
Un semplice messaggio di Kate che ha bisogno di aiuto e Fatima, Isa e Thea saltano sul primo treno per aiutare la loro amica in difficoltà.
Ma non è solo Kate ad essere in pericolo, qualcosa minaccia le ragazze.
Qualcuno sa il loro segreto e forse, dopo tani anni, è giunta l'ora di spezzare il gioco delle bugie e per una volta dire la verità.


.
Il gioco bugiardo è il primo libro che leggo di Ruth Ware ma già dalla trama avevo grandissime aspettative per questo suo nuovo titolo e dopo averlo concluso sono felicissima di non esserne stata delusa, anzi ho già preso nota dei precedenti libri per poterli subito recuperare. 
Quella che Ruth Ware ci racconta è una storia che si divide tra passato e presente e la narrazione procede a pari passo, facendo crescere nel lettore sempre più suspense e attesa per quella che sarà la rivelazione finale.
Sebbene le protagoniste principali siano quattro, è affidata ad Isa la narrazione principale ed è quindi tramite lei che veniamo a conoscenza a poco a poco di quello che è successo nel passato e di quello che stanno affrontando ora, tutte insieme.
L'autrice dimostra la sua bravura nel creare una storia raccontata con il solo intento di depistarci, di farci dubitare di tutto e di tutti.
 La storia è disseminata da indizi, sono davanti ai nostri occhi, ma è impossibile vederli e collegare tutti i tasselli fino alla fine.


Due donne ho trovato dentro di me, scavando nel profondo; una è forte, decisa, lucida: lei sa cosa è giusto, sa cosa deve fare. La muove la passione, la spinge l’emozione. Non si accontenta di ciò …E' facile entrare in sintonia con i personaggi creati dall'autrice, soprattutto con Isa visto che è tramite lei che vediamo la storia, perchè tutte in qualche modo sono danneggiate.
Il segreto che portano dentro di loro da ormai quindici anni ha inevitabilmente cambiato le loro vite da adolescenti ma ha anche avuto un forte impatto anche con le loro versioni adulte, condizionando anche i rapporti con le persone attorno a loro.
Ognuna di loro oltre a saper mentire con un'abilità disarmante ha un vizio come il fumo, l'alcol.
Sono tutte donne in riabilitazione alle quale basta poco per cadere in tentazione e ritornare nella spirale della dipendenza.
Ma sono anche protagoniste inaffidabili.
Del resto hanno giocato per anni ad un gioco fatto di sotterfugi, bugie e segreti e ora credere che stiano dicendo la verità è difficile.
Per questo il lettore si trova a mettere in dubbio ogni parola che legge.


Ruth Ware con il suo nuovo thriller psicologico ha dimostrato di aver curato ogni più piccolo particolare nei minimi dettagli dalla narrazione, alla scelta delle protagoniste e alle ambientazioni stesse quasi da brivido.
Il gioco bugiardo è una storia che si legge tutta d'un fiato, sempre pù desiderosi di scoprire la verità ma grazie anche allo stile scorrevole dell'autrice e per la scelta della trama che tiene sempre incollato il lettore nella storia.
Io non posso fare a meno di consigliarvelo, non ve ne pentirete.




Mi raccomando, non perdetevi le altre recensioni su:

Il colore dei libri | L' universo dei libri |
Il salotto del gatto libraio| Milioni di particelle







Nessun commento:

Posta un commento