venerdì 28 aprile 2017

Recensione "La rosa del califfo" di Renee Ahdieh

Buona sera bookspediani!
Siete pronti a tornare in compagnia di Khalid e Shahrzad?

undefined


Titolo: La rosa del califfo
AutoreRenee Ahdieh
Editore: Newton Compton
Genere: Fantasy
Data di uscita: 27 aprile 2017

IL MIO VOTO



Shahrzad è stata la moglie del califfo di Khorasan, era giunta nella sua dimora con lo scopo di vendicare la morte di altre fanciulle andate in sposa a lui. Poi il suo piano è saltato, Khalid non è infatti il mostro che tutti credono. È un uomo tormentato dai sensi di colpa, vittima di una potente maledizione. Ora che è tornata dalla sua famiglia, Shahrzad dovrebbe essere felice, ma quando scopre che Tariq, suo amore d’infanzia, è alla guida di un esercito e sta per muovere guerra al califfo, la ragazza capisce che deve intervenire se vuol salvare ciò che ama. Per tentare di evitare una sciagura, spezzare quella maledizione, ricongiungersi a un uomo di cui ora scopre di essersi innamorata, Shahrzad farà appello ai suoi poteri magici, a lungo rimasti sopiti dentro di lei…




"There's nothing wrong with being a lizard either. Unless you were born to be a hawk" | The Wrath & The Dawn by Renee Ahdieh
Sharzad è entrata nella vita del califfo del Khorasan con l'intenzione di ucciderlo per vendicarsi di tutte le donne a cui aveva tolto la vita e soprattutto della sua migliore amica. 
Il suo piano era semplice: restare in vita il più a lungo possibile e soprattutto ucciderlo per avere finalmente giustizia.
Mai avrebbe pensato di sopravvivere più di una notte e soprattuto mai avrebbe pensato di innamorarsi di Khalid e di vedere dietro la sua facciata di mostro.
Il Califfo del Khorasan infatti porta con sè una maledizione e ora Shazi è intenzionata a spezzarla e a rendere finalmente libero il suo sposo.

"Erano due parti di un insieme. Lui non apparteneva a lei e lei non apparteneva a lui. Si completavano"

La rosa del califfo riprende esattamente dopo il primo libro ci aveva lasciati, con Shahrzad lontana da Khalid per la sua stessa protezione.
Ma abbiamo imparato bene a conoscer Shazi e sappiamo che è una ragazza forte, che non si fa mai mettere i piedi in testa da nessuno e che è pronta a tutto per amore.
e, khalid, and the wrath and the dawn image: Per cui, nonostante sia lontana dal Califfo e in compagnia del suo primo amore, Tariq, Shazi è determinata a tornare da lui.
Dall'altra parte Khalid è costretto a combattere per tenere in vita il suo regno, anche se i suoi pensieri vanno sempre a sua moglie, è contento di saperla in salvo.
Ma i pericoli sono sempre in agguato, una guerra è in arrivo e forze magiche potenti e pericolose si sono da poco risvegliate, pronte a creare scompiglio nel  Khorasan.
La strada verso il lieto fine per Shazi e Khalid è ancora lontana.. riusciranno a vincere questa battaglia? 

"Due innamorati testardi, che si proteggono a vicenda dalla stessa minaccia"

Goodreads | The Wrath and the Dawn (The Wrath and the Dawn, <a class="pintag searchlink" data-query="%231" data-type="hashtag" href="/search/?q=%231&rs=hashtag" rel="nofollow" title="#1 search Pinterest">#1</a>) by Renee Ahdieh — Reviews, Discussion, Bookclubs, Lists
Dopo aver terminato La moglie del califfo ero completamente incantata da questa rivisitazione de "Le mille e una notte" e completamente rapita dalla bellissima storia creata da Renee Ahdieh.
Ho aspettato per un anno questo libro e quando me lo sono ritrovato nelle mani l'ho divorato in poche ore, innamorandomi ancora di più di questi personaggi e di questa serie.
L'autrice in questo secondo capitolo da completo sfogo all'immaginazione e si concentra sulla componente fantasy del romanzo.
Se nel primo libro il lato che colpiva di più era l'amore impossibile tra Shazi e Khalid, in questa parte invece abbiamo una Shahrzad sempre più consapevole dei suoi poteri e sempre più determinata a sviluppare per poter aiutare il suo sposo.

"Non bisogna trovare coraggio a uccidere, bisogna trovare coraggio a vivere"

fa64b652254ab752ef62997cdfb1fbe5.jpg (500×625)Qui non c'è nessun amore proibito, c'è un amore potente e inscindibile che va contro tutto e tutti ma che è in grado di mettere in ginocchio anche i meno credenti.
Renee Ahdieh ha unito perfettamente il fantasy e il romance creando un romanzo assolutamente fantastico.
Intrighi, segreti, guerre, minacce e tradimenti sono solo il condimento che rendono il libro perfetto.
Tramite la narrazione in terza persona assistiamo sia 
Sharzad alle prese col sviluppare il suo potere e il suo trovarsi in un accampamento nel quale tutti odiano Khalid e sono pronti a fargli guerra, sia Khalid alle prese con il disperato tentativo di salvare il suo regno.
Complice l'incantevole scrittura di Renee Ahdieh, veniamo condotti in questo straordinario viaggio fatto amore, magia e battaglie.

"Il destino era per gli stupidi. Sharzad non avrebbe aspettato che la vita facesse il suo corso, ci avrebbe pensato lei"

Book aesthetics: 2016 Favorites (The Wrath and The Dawn by Renee Ahdieh):

A mio avviso il romanzo è assolutamente imperdibile ed è perfettamente in grado di sostenere le aspettative che si erano create attorno al suo seguito.
Ho amato profondamente Shazi, è la perfetta incarnazione di una donna che non deve aspettare il suo principe per essere salvata ma che è in grado di cavarsela da sola e spesse volte è lei la vera eroina, colei che ha già salvato dalla distruzione il Califfo e colei che si batterà ancora una volta per salvarlo dalla maledizione.
E' stato un incanto leggere di Khalid e del suo costante bisogno di sapere salva sua moglie, del suo lasciarla scegliere senza mai imporle nulla e accettarla per quello che è come lei ha accettato lui.

"Quando ero nel deserto, mi svegliavo ogni mattina e andavo avanti con la mia vita, ma quello non era vivere: era esistere. Io voglio vivere. Io vivo dove ci sei tu"


the wrath and the dawn
L'unica pecca del romanzo, ed è una cosa che riscontro spesso ultimamente nelle duologie, è il finale un pò affrettato e la risoluzione di alcune questioni troppo improvvise e senza troppe spiegazioni.
Avrei preferito qualche pagina in più e un maggiore sviluppo di certi elementi.
 Ciò non toglie che questa sia una serie imperdibile adatta sia a chi piace il fantasy sia a chi piacciono le storie d'amore, Renee Ahdieh unisce perfettamente i due elementi aiutata da uno stile scorrevole e quasi poetico.
L'ambientazione stessa aggiunge qualcosa di nuovo al libro poichè è qualcosa di non troppo usato, di diverso.
Se non l'avete ancora letta, ora che avete la serie completa non avete più scuse!




a chi piace questa serie?


Sara

3 commenti:

  1. "Quando ero nel deserto, mi svegliavo ogni mattina e andavo avanti con la mia vita, ma quello non era vivere: era esistere. Io voglio vivere. Io vivo dove ci sei tu"
    Vabbè, ma... *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te l'ho detto che devi leggere questa serie!

      Elimina
  2. Ciao!
    Bellissima recensione, io ho letteralmente adorato questo libro nonostante nel primo avessi odiato Shazi oltre ogni dire. Invece qua si è moderata, è rimasta tosta e coraggiosa, ma decisamente più sopportabile. E poi Artan, ah, ho seriamente adorato Artan! E il rapporto tra Khalid e Shazi? Niente, solo meraviglie e deliri entusiasti *^*
    Puoi leggere la mia fintissima intervista-recensione a Renée Ahdieh cliccando qui!
    Un abbraccio e ancora complimenti per questa recensione, ciao!

    RispondiElimina