venerdì 20 maggio 2016

Recensione "Spada di Vetro" di Victoria Aveyard

Buongiorno bookspediani!
Oggi vi parlo del seguito di Regina Rossa, una serie con opinioni contrastanti ma che io amo molto e attendevo con grande trepidazione *.*
 
 
 
 
Titolo: Spada di Vetro
Autore: Victoria Aveyard
Editore: Mondadori
Genere: Distopico
 
 
IL MIO VOTO
 
 
 
 
 
 

 
Il suo sangue è rosso – come quello della gente comune – ma lo straordinario potere di controllare i fulmini, che nessun Argenteo possiede, rende Mare Barrow un'arma sulla quale il Palazzo vorrebbe riuscire a mettere le mani. Tutta la corte la considera un'eccezione, ma non appena Mare riesce a sfuggire a Maven, il principe – e prima ancora l'amico – che l'ha tradita, scopre una verità sconvolgente: lei non è affatto un'eccezione. Perché di giovani Rossi e Argentei ne esistono molti altri.
Inseguita da Maven, diventato un sovrano crudele e vendicativo, Mare fa di tutto per trovare e reclutare altri guerrieri Novisangue che si uniscano alla lotta dei ribelli contro il re oppressore. Nel farlo, però, entra in un territorio molto pericoloso, dove rischia di diventare proprio come i mostri che sta cercando di sconfiggere.
Riuscirà a sopportare il peso delle vite che dovranno essere spezzate durante la ribellione? O la slealtà e il tradimento subiti l'avranno indurita per sempre?
Nel secondo elettrizzante romanzo di Victoria Aveyard, la lotta dell'esercito ribelle contro un mondo ingiusto, dove è considerato normale segregare le persone in base al colore del loro sangue, costringerà Mare ad affrontare il lato oscuro che piano piano si è fatto largo nel suo animo.
 
 





Ritroviamo Mare e Cal esattamente dove li avevamo lasciati alla fine del primo libro, in fuga da un re che credevano amico e fratello, da una persona della quale si fidavano e ora invece istigato dalla madre dedica tutte le sue forze a trovarli, senza risparmiare nessuno che si mette in mezzo alla sua strada.
 
Alla piccola sparafulmini e il nostro principe prima di fuggire è stata affidata una lista, contenente i nomi di persone come Mare, persone con sangue rosso ma che hanno le stesse straordinarie capacità degli argentei e devono essere protette dalla furia del re, ma soprattutto possono venire utilizzati come armata invincibile contro Maven in modo da restituire il trono al legittimo sovrano, Cal.
Aiutati da Shade, il fratello ritrovato di Mare; Kilron, il migliore amico d'infanzia della ragazza e Farley, il gruppo riga in lungo e in largo la città per trovare i novisangue, prima che Maven li uccida tutti solo per attirare l'attenzione di Mare.
 
In mezzo a tutta questa ricerca non c'è spazio per i sentimenti e le relazioni.
La fiducia è un lusso che non si può ne dare ne avere, bisogna stare sempre allerta perché:
 
 
 
"chiunque può tradire chiunque"
 
 
Ma il peso della missione è importante, la loro salvezza dipende da essa ed è un peso che non può essere portato da una sola persona.
Per quanto Mare e Cal provino a stare lontani, per il bene di tutti e per evitare distrazioni, la fiamma e la scintilla inevitabilmente si attraggono e non hanno più le forze di resistergli.
E sebbene sia impossibile ora come ora iniziare una storia, l'unica cosa che possono fare è darsi conforto a vicenda.
 
 Purtroppo Maven sembra essere sempre due passi davanti a loro e la scia di cadaveri non si fermerà fino a quando non avrà ottenuto quello che vuole: Mare.
 
In questo secondo capitolo della serie la narrazione scorre a mio parere un po' lenta, il ritmo è incalzante ma non troppo, anche se ci sono diversi colpi di scena inaspettati.
L'autrice secondo me, tenendo bene a mente di avere a disposizione 4 libri per raccontare la storia di Mare, ha voluto dare un tocco di autenticità alla storia curando molto bene le descrizioni.
Questo sicuramente va a favore del libro da una parte, ma dall'altra come vi dicevo smorza un po' la narrazione appesantendola in alcuni tratti.
 
Il personaggio di Mare in Spada di Vetro compie un cambiamento radicale: nel primo libro la nostra sparafulmini era una ragazza sprovveduta capitata tra le mani del nemico, facilmente plagiabile e disponibile verso tutti.


Fiduciosa verso tutti.
Ora Mare è cambiata, il tradimento di Maven l'ha segnata a tal punto da mettere in discussione tutto e tutti, l'unico che riesce a penetrare la sua imponente barriera è il fratello Shade.
Gli altri amici, conoscenti e perfino Cal, non riescono a scalfirla.
Ogni singola cosa, ogni singolo comportamento viene messo in discussione.
 
Se il primo libro mi era piaciuto, Spada di Vetro l'ho amato.
E il finale dovrebbe essere considerato illegale, come si può resistere fino all'anno prossimo ora?
 
 
La serie Regina Rossa a mio parere non ha mezze misure, o si ama o si odia, se amate i distopici con intrighi, tradimenti conditi in salsa triangoli dovete assolutamente leggere la storia della mia sparafulmini preferita.
 
 
 
Sara 

7 commenti:

  1. Bella recensione , non vedo l'ora di leggerlo *-*

    RispondiElimina
  2. Proprio perché la serie iniziata con La regina rossa non ha mezze misure sono molto incerta se leggerla o no. Ne ho sentito tessere le lodi da alcuni e parlar male da altri, per cui sono molto indecisa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io ero molto indecisa ma essendo testarda ho voluto leggerlo lo stesso e non me ne sono pentita per nulla!

      Elimina
  3. bellissima recensione, sono curiosissima di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie *_*
      Leggilo leggilo!
      Poi fammi sapere che ne pensi'

      Elimina
  4. L'HO APPENA FINITO. BELLISSIMO DAVVERO PERÒ GIURO MI HA MESSO UN'ANSIA NON INDIFFERENTE.

    RispondiElimina